lunedì 21 marzo 2011

ORSO KNUT è MORTO


Knut & Papà(Knut & Thomas Doerflein) - YouTube -

Orso bianco, destinato a vivere nelle enormi distese ghiacciate delle desolate lande artike, dove cacciare, giocare, riprodursi & soprattutto, cercare di sopravvivere in libertà, Knut era invece nato in cattività nello zoo di Berlino nel 2006 dall'orsa polare Tosca, ke forse proprio x questa triste realtà, l'aveva subito rifiutato, assieme al fratello gemello, morto dopo soli 4 giorni... ma a quel punto Thomas Doerflein, 1 di quegli stessi umani ke a questa condizione di prigionìa l'avevano costretto, ha cominciato a prendersene cura, instaurando con lui il + incredibile dei rapporti immaginabili e questo lo si può verificare dal commovente video soprastante, in cui è evidente quanto vero amore legasse l'uomo all'animale !
Il piccolo Knut si rivelò subito 1 affarone, con il suo inconsapevole fascino ke stregò visitatori di ogni età, tanto ke solo nel 2007, fece incassare allo stesso zoo circa 5 milioni di € grazie alle svariate speculazioni sulla sua prigionìa, come la vendita dei tikets & di gadgets a lui dedicati e pure TV, giornali, canzoni, films, ecc... ma lui, mascotte golosa & unico sopravvissuto dei vari tentativi dello zoo di riempire con orsi auto-prodotti i propri spazi di reclusione, divenne presto obeso, poi si ferì sulle finte rocce fatte di cemento, fino a giungere alla deprex & ad accusare gravi problematike comportamentali e così, mentre lui scivolava sempre + in basso, le azioni dello zoo di Berlino volavano sempre + in alto !
Già dal 2008, la sua vita rivelò il destino avverso riservatogli, infatti 1 inaspettato infarto stroncò a soli 44 anni, sia suo padre "adottivo" & migliore amico T. Doerflein, ke quel legame speciale ke li accompagnava e ke forse, solo ora, s'è potuto riallacciare al destino ke li ha accomunati !

Poi nel Luglio 2010 anke la "compagna" Gianna, con cui avrebbe dovuto metter sù famiglia, venne trasferita grazie al suo palese disinteresse e venne rimpiazzata da Nancy & Katjuscia, altre 2 giovani orse con cui andò anke peggio, fino a quando l'altro ieri, i suoi stessi ammiratori furono testimoni della sua prematura scomparsa, nella vasca dove ogni giorno faceva il bagno, cosikkè finanke il suo ultimo respiro è riuscito a produrre scatti & $oldi, suo malgrado !
E così, dopo il polpo Paul, scompare in Germania anke quest'altro famoso animale/simbolo ed ora s'attendono i risultati dell'autopsia x conoscerne la causa a soli 4 anni, di 1 vita ke avrebbe potuto giungere fino a 30 e questa sua breve & tormentata esistenza, dimostra ancora 1 volta ke gli animali non devono vivere in prigionìa, neanke con la scusa di preservare le bio-diversità terrestri, xkè solitamente gli zoo & gli acquari (x non parlare dei cirki !), sono solo business e quando così non è, peggio x gli stessi animali, ke vengono spesso lasciati nelle strutture a morire persino di fame, ma prigionieri fino alla fine !
Io vorrei ke la sua morte, almeno non risultasse vana, ma servisse alla liberazione, sia degli orsi, ke di tutti gli animali ingabbiati dall'uomo... peccato però, ke invece continuerà ad accadere, xkè "the show must go on", lo show deve continuare !!!
Addio dolce Knut, ti ricorderò sempre & ti terrò nel cuore come quel bianco batuffolo ignaro, ke eri alla nascita... TVB !!!
KNUT
L'orso Knut è aggressivo
L'orso Knut, da star a recluso impaurito
Germania: morto l'orso Knut
L'orso Knut ucciso dalla solitudine
Polpo Paul è morto
Knut fotografato subito dopo il decesso in piscina
Aggiornamenti al 27/03 :
L'ultimo respiro di Knut (immagini forti !)
Al soprastante link YouTube, si trova il video della morte in diretta del povero orso polare Knut, la cui fama è stata anke la sua condanna, ma ke la mia sensibilità m'ha impedito di guardare !
Ora ke si conosce il risultato dell'autopsia, ke inesorabile decreta lesioni al cervello, o meglio alterazioni cerebrali, forse causate dal Corona Virus, ecco ke questo video mostra spietato la sua debolezza, i tremori & le convulsioni ke hanno preceduto il suo annegamento in piscina, ma soprattutto accentua ciò ke sua madre già sapeva quando l'ha rifiutato alla nascita : l'impossibilità di vivere in natura & ancor peggio sotto lo stress della cattività, x gli esemplari + deboli !
Intanto i patologi dell'Istituto Izw stanno esaminando al microscopio il suo cervello, la sua pelliccia si trova già al museo di Scienze-Naturali di Berlino & presto sarà imbalsamato, perpetrando così il suo sfruttamento all'infinito !
Ora ke si conosce la causa della sua improvvisa & inaspettata morte a soli 4 anni d'età, questa assume 1 significato ancor + triste, nella sua totale inutilità, se non quella legata al nostro mero "divertimento"... sigh !!!
Allarme allo zoo di Berlino: l'orso Knut sta impazzendo
Germania: l'Orso Knut Ucciso Dall'Epilessia
Questa linguaccia è dedicata a tutti Noi !

9 commenti:

  1. Una storia molto triste.... Buona giornata, con amicizia, Vito

    RispondiElimina
  2. ho letto la notizia si giornali. il sindaco dice che era entrato nei loro cuori(tasche)
    ciao fiore

    RispondiElimina
  3. E' sempre una cosa triste vedere un animale in cattività anche quando c'è un'ottima interazione tra l'animale e chi lo accudisce. Se poi vi muore, diventa insopportabile per chi li ama.
    Ciao. Osv.Barbatus

    RispondiElimina
  4. il cuore ce l'ho a pezzettini :( ..un gran bel video e quanto amava le coccole!. Non sapevo di questa storia, come non sapevo la storia del polpo Paul finchè non l'ho letta qui da te, ma ormai era deceduto anche lui :(

    è un pò di tempo che mi domando: sarà mai successo che un essere umano è morto di dolore per la perdita del suo amico ...che potrebbe essere un orso, un cane, un gatto ..insomma qualsiasi animale in cui era fortemente legato.

    grazie per gli auguri Fiorellino ..un abbraccio micioso ..miu

    RispondiElimina
  5. Che tristezza questa storia...
    non capisco perchè devono esistere gli zoo... :( non lo trovo giusto...
    Un saluto Ele!

    RispondiElimina
  6. Gli Animali :
    Io credo che anche noi Umani siamo degli animali, non scherzo.
    Credo che noi umani siamo molto bravi a complicare le situazioni semplici.
    Gli orsi polari sono adatti per vivere al polo nord.
    Non per stare in uno zoo a Berlino.
    Gli zoo sono delle prigioni per animali.
    Anche gli umani stanno male nelle prigioni.
    Le prigioni, semplicemente, non dovrebbero esistere.
    Gli animali vanno osservati in liberta' nei loro habitat naturali.
    Non ho dubbi che noi umani stiamo distruggendo gli habitat naturali, e quindi stiamo portando all'estinzione TUTTI gli animali, e anche l'uomo.
    Ho pena per l'Orso Knut : scusa Knut da parte mia, umano che vorrebbe essere piu' semplice, meno tecnologico e piu' rispettoso di tutte le forme di vita.
    Ho appena appreso che nel Trentino dove vivo le rondini in pochi anni si sono dimezzate.
    Vivo queste notizie con la triste convinzione che stiamo distruggendo tutto cio' che di naturale ci circonda.
    Amo il creato cosi' come il creatore lo ha concepito, e credo che ogni situazione va' rispettata senza volerla cambiare, tipo deviare il corso dei fiumi, estrarre acqua fossile a dismisura, sovrappopolare di umani il pianeta.
    Ciao carissima Fiore, serena settimana, condivido con te l'amore per la Natura.

    RispondiElimina
  7. Sono più che convinto che gli animali, tutti gli animali, debbano vivere in libertà, cioé immersi nella natura.

    RispondiElimina
  8. Ho letto tutto....credimi che già ai tempi in cui l'orso Knut era un tenero cuccioletto, a me faceva tristezza...sapendo che il rifiuto della madre sarebbe stato al 90% una condanna in natura, vedere un animale selvatico ridotto a giocattolo e vetrina per lo zoo era proprio brutto, pur con tutta la tenerezza che il piccolo suscitava. Insomma, è stato la vittima di una colossale operazione di marketing. Gli zoo sono un'eredità ottocentesca. Allora quasi nessuno avrebbe potuto vedere gli animali dietro le sbarre liberi in natura, nemmeno in video o fotografia. Adesso questo motivo non sussiste quasi più, e quello di preservare esemplari a rischio di estinzione è quantomeno opinabile....

    RispondiElimina
  9. Dalle stelle alle stalle ... povero Knut .. che vita infame che ha avuto ....

    RispondiElimina