domenica 31 marzo 2013

SANTA PASQUA DI PERDONO ?!

Io ti perdono...
Correvo felice sul prato, con mamma vicino,
ignaro che presto
da lei sarei stato strappato...
Ecco è arrivato...
il mio inferno sbagliato...
Tra cento e più cento sono stivato...
La mamma, la mamma, dov'è la mia mamma?
Tra cento e altri cento a me manca il fiato...
Ho fame, la mamma?
Ho sete, la mamma?
Con cento e poi cento vengo buttato...
Chi grida?
Chi piange?
Cos'è questo odore?
Perché c'è terrore?
La mamma, la mamma, dov'è la mia mamma?
Fa male, fa male, fa male e più male...
Dov'è la mia mamma...?
Corro felice su un prato,
non verde ma azzurro,
con cento e oltre cento mi sono incontrato.
Adesso ho capito...tu avevi fame ed io ti ho sfamato!
Ma stai tranquillo...
umano
ti ho perdonato!
Non son forse io l'agnello di Dio che toglie i peccati del mondo?
Così ti hanno detto e questo ho imparato|
E allora tranquillo umano
anche se tu hai peccato
e del mio sangue, con crudeltà, le mani ti sei lordato
stai tranquillo
io ti ho perdonato...


Rosanna Cira


Questa stupenda poesia, ke mi ha toccato il cuore x la sua dolcezza, ha saputo trattare il tema struggente del sacrificio animale a mano dell'umanità famelica, con extrema delicatezza & compassione verso ki ha potuto anteporre il peccato mortale della propria ingordigia, all'amore universale ke dovrebbe invece unire ogni essere vivente ai propri simili, sia umani, ke animali ! 
Eppure la bilancia si ritrova ad esser sempre sbilanciata, pendente dalla parte dell'umana brutalità piuttosto ke da quella dell'empatìa verso i + deboli, verso ki è disposto ad offrirci la propria esistenza x ricevere da noi 1 carezza ed 1 pò di cibo, dandoci in cambio tutto l'affetto di cui è capace ! 
E non parlo solo dei cosiddetti animali da affezione, come cani, gatti, furetti, cavalli o uccellini, ma bensì di ogni tipo di animale, da quelli da allevamento a quelli selvaggi, ognuno di loro capace d'insospettabile affettività, molto + simile alla nostra stessa interiorità di quanto potremmo aspettarci dall'alto della nostra presunzione di superiorità assoluta, convinti come siamo ke questa ci dia il diritto di comportarci nei loro confronti come meglio crediamo !
Ed invece NO, così non è, xkè così NON deve essere, tocca a noi umani avvicinarci al Mondo animale con curiosità & sottomissione, tocca a noi affrontare l'imprevedibilità con attitudine positiva, x poter ricevere risposte altrettanto valide, tocca a noi sperimentare le loro potenzialità, x poter avere indietro solo vantaggi, ma bisogna soprattutto abbattere le barriere della diffidenza create dalla cattiveria umana e lo si può fare soltanto con atteggiamenti amorevoli, partendo da etike convinzioni & credo affettivo ! 
Il mio augurio è ke questa Pasqua sia davvero Santa, ke sulle nostre tavole il cibo non grondi sangue, non urli & non domandi pietà, celato dietro belle presentazioni, ma mai abbastanza velate da poter nascondere le grandi sofferenze ke stanno dietro tutto ciò ! 
Ed infine confesso d'invidiare 1 pò l'amica Rosanna, ke ha saputo pronunciare in modo tanto poetico la parola PERDONO ed in 1 contesto talmente cruento & triste da far sprofondare in 1 stato di prostrazione qualunque animo sensibile e principalmente xkè la sua capacità NON mi appartiene, io NON posso perdonarti uomo, con le tue bassezze a cui non sai rinunciare, con i tuoi istinti a cui vuoi dar seguito, con la tua incapacità di elevarti al di sopra dell'animale ke c'è in te ed al quale neghi di soccombere, uccidendone altri x sentirti il + forte, ma è solo illusoria consolazione, in quanto 6 proprio TU la sola vittima di te stesso & dei falsi miti della tua esistenza ! 
BUONA SANTA PASQUA A TUTTI I TIMORATI DI DIO !

4 commenti:

  1. Cara Fiore mi trovo d'accordo con te in pieno, il tuo è un bellissimo articolo e desidero rinnovare pubblicamente l'onore che mi hai tributato decidendo di usare la mia poesia per i tuoi auguri di Pasqua. Chiarisco anche a te e ai tuoi lettori che io non ho la straordinaria capacità di perdonare chi è capace di macchiarsi le mani con del sangue innocente, versato con tanta crudele noncuranza. Ho parlato a nome dell'innocenza, e l'innocenza perdona sempre.Dovremmo infatti, noi adulti, imparare dagli animali e dai bambini, sempre ed ogni giorno.Nel ringraziarti ancoro ti rinnovo i miei più cari auguri di buona Pasqua e speriamo che l'anno prossimo il tema dei nostri articoli o poesie sia completamente diverso...

    RispondiElimina
  2. Buon volgere al fine di Pasqua, come pensiero fervido di progresso sociale e di pace! :)

    RispondiElimina
  3. Buona Pasqua, inanzi tutto ti faccio i complimenti per l'impegno che metti a favore della natura.
    Poi volevo farti sapere che ho pubblicato la ricetta che mi avevi chiesto,scusa per il ritardo ma per me il blog è solamente un hobby.
    Sono riuscito a soddisfare la tua prima richiesta cioè di fare un dolce al cacao per diabetici.
    Sono riuscito a soddisfare la tua seconda richiesta di fare un dolce per vegetariani ma la tua terza richiesta mi e stata impossibile da soddisfare, le fruste elettriche te le devi procurare.
    Comunque se la ricetta ti può interessare fammelo sapere che la puoi realizzare anche senza fruste elettriche(ti volevo solamente fare una battuta)spero di averti accontentato e di avere buone notizie ciao.

    RispondiElimina